Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

 

 

 

 

Testata



Accedi  \/ 

Collegati al tuo Account

IO RICORDO!

IO RICORDO!

Domani, 10 febbraio sarà la giornata dedicata al ricordo dello sterminio delle Foibe... Ricordo ancora le immagini del film trasmesso dalla Rai l’anno scorso, immagini di violenza, di terrore, di...

LA RIFORMA DELLA VERGOGNA!

LA RIFORMA DELLA VERGOGNA!

È indegno quanto sta accadendo in seno alla maggioranza di governo in merito alla prescrizione ed alla riforma del processo penale... Pur di provare a riconquistare quote di consenso,...

CHE BRUTTA POLITICA!

CHE BRUTTA POLITICA!

Nel bene e nel male, la storia si ripete! Al termine di una tornata elettorale le "dinamiche" sono sempre le stesse, insomma: chi vince si "batte il petto". Chi perde, "inventa favolette". Quella...

SBAGLIARE E' UMANO...

SBAGLIARE E' UMANO...

Il gesto di Papa Francesco di qualche giorno fa, consumato innanzi alle telecamere di una piazza San Pietro gremita e diventato "virale" in tutto il mondo, ma anche le gesta e le varie...

LA PATRIA DI CHI LA AMA...

34179422 1783875255028479_1814609277239689216_nAnche nel suo odierno "messaggio social" in merito al nuovo esecutivo, Berlusconi continua a dimostrare di avere le idee e le visioni migliori che, peraltro, esprime sempre con grande puntualità ed efficacia.

È molto anziano, però. Oramai, è un nonno.

Non ha più lo smalto e lo slancio di qualche anno fa e per un elettore, soprattutto giovane, giovanissimo, potrebbe essere davvero “complicato” identificarvisi.

L’esperienza e la competenza specifica sono un grandissimo valore, comunque. Sono un patrimonio che non si può buttare in un cestino in nome del “novismo” collegato al marketing elettorale.

Non sarebbe corretto farlo nemmeno in nome di quel giustizialismo, allo stesso tempo, così diffuso, ma anche così “filosoficamente ripugnante”. Gli uomini cadono e si rialzano e, quando lo fanno, va tributato loro lo stesso rispetto, perché il merito, è merito: la “riabilitazione”, nel nostro sistema giuridico, esiste proprio per quello. Riuscire a trovare un punto di equilibrio sarebbe, comunque, una cosa doverosa.

Nello scenario politico, una “bandiera” liberale e popolare, europeista e moderata non può assolutamente mancare, perché dare voce e rappresentanza anche a chi crede in quelle “cose” è un dovere.

Un Berlusconi “padre nobile”, “formatore, motivatore e consigliere”. Un nuovo leader. Bandiera (il simbolo, insomma) e nome diversi. Un nuovo radicamento territoriale. Battaglie concrete. Una liberatoria ventata di freschezza per ridare nuova vitalità ad una nuova stagione di impegno e di idee.

Non ho idea se accadrà. Non riesco nemmeno ad immaginare se possa nascere un “contenitore” alternativo. Si possono osservare gli eventi e, qua e là, piantare qualche piccolo semino per la più incendiaria delle “idee”.

Merito e legalità. Mercato e solidarietà. Efficenza ed efficacia. Rispetto delle “assonanze” ma anche delle “diversità”. Tradizioni ma anche tanta modernità. La Patria di chi la ama...

LogoV

Il "laboratorio" politico e sociale per una nuova stagione di idee...

Seguici anche su

facebook         twitter

Contatti

Acconsento al trattamento dei dati ai sensi del D.Lgs. 196/03