Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

 

 

 

 

Testata



Accedi  \/ 

Collegati al tuo Account

LA DESTRA NON E' RABBIA!

LA DESTRA NON E' RABBIA!

C’era una volta la destra... Quella dell'Identità Nazionale” e non del Nazionalismo. Quella dell'Europa del popoli” e non della “negazione terraiola”. Quella del confronto, dell'inclusione e non...

OLTRE IL PANTANO. AUTOREVOLEZZA E QUALITA'!

OLTRE IL PANTANO. AUTOREVOLEZZA E QUALITA'!

L'attuale fase politica è davvero molto brutta, greve, confusa ed "a momenti" addirittura ridicola. Si è soliti dire, ed insegnare, che il potere - almeno in certe forme di Stato - "si appartiene...

UNA SCELTA DI

UNA SCELTA DI "DIRITTO UNIVERSALE"...

Il provvedimento oggetto di queste brevi riflessioni – a suo tempo “alla base” di una polemica davvero molto forte tra i vari soggetti coinvolti – aveva colpito 200 famiglie che, non avendo...

CONTE: FIDUCIA

CONTE: FIDUCIA "A SCATOLA CHIUSA!"

In tutta onestà, il discorso programmatico del Presidente Conte (propedeutico al dibattito, prima, ed al voto di fiducia, poi) al Senato – e alludo sia a quello iniziale, che alla successiva...

(MOLTO) "POCO RADICALE"...

EmmaBoninoPiuEuropaElezioni Politiche 2018 – Che “strano radicale” è la Bonino... Sul “suo corpo”, vuole decidere lei. Vuole, giustamente, che sia la singola persona interessata a scegliere cosa farne, anche in materia di Eutanasia.

Sulla questione della difesa (anche nella forma “indiretta”) della proprietà privata, dei redditi e delle tasse, anche dal punto di vista della riduzione dell’eccessiva pressione fiscale, invece...

La “sua proposta” di ridurre l’IRPEF e l’IRES aumentando l’IMU e l'IVA intermedia (altresì eliminando altre “agevolazioni fiscali”) la trovo davvero assurda! È vero che bisogna riscrivere le regole sulla tassazione, contenendola e facendola diventare (più) “equa”, “ragionevole” ed “accettabile” (io, peraltro, ritengo che l’IRES sia una forma di tassazione addirittura indegna).

È vero che bisogna contenere (ma dire ridurla, sarebbe decisamente meglio!) la spesa pubblica. Ma andrebbe fatto eliminando gli sprechi; ridisegnando l’intero sistema amministrativo e burocratico della nostra “macchina Statale”; elidendo le “mancette” per le “consorterie del potere”, altresì assumendo maggiori, e più efficaci ed effettive, misure (autenticamente) pro-mercato.

Immaginare di farlo vessando, ulteriormente, sia le famiglie che gli imprenditori, mi sembra davvero assurdo oltre che – molto – “poco radicale”.

Ovviamente, non alludo “ai conti”. I numeri del debito pubblico, quelli sono: se non si vuole veramente andare nella direzione dei tagli, va da se che si dovranno “semplicemente” spostare le “carte sul tavolo di gioco”. Ma farlo con petizioni di principio del genere la trovo una cosa davvero “triste”, e sia in astratto, che in concreto...

LogoV

Il "laboratorio" politico e sociale per una nuova stagione di idee...

Seguici anche su

facebook         twitter

Contatti

Acconsento al trattamento dei dati ai sensi del D.Lgs. 196/03