Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

 

 

 

 

Testata



Accedi  \/ 

Collegati al tuo Account

CONTE: FIDUCIA

CONTE: FIDUCIA "A SCATOLA CHIUSA!"

In tutta onestà, il discorso programmatico del Presidente Conte (propedeutico al dibattito, prima, ed al voto di fiducia, poi) al Senato – e alludo sia a quello iniziale, che alla successiva...

LA PATRIA DI CHI LA AMA...

LA PATRIA DI CHI LA AMA...

Anche nel suo odierno "messaggio social" in merito al nuovo esecutivo, Berlusconi continua a dimostrare di avere le idee e le visioni migliori che, peraltro, esprime sempre con grande puntualità ed...

GIUBILARE

GIUBILARE "A SCATOLA CHIUSA" NON E' MAI BUONA COSA...

Gli ultimi due, tre mesi, hanno messo in evidenza che la società, forse, è cambiata parecchio, e, con essa, anche la politica. Fino a qualche anno fa, l’onore, la parola data, gli impegni assunti,...

QUANDO LA DESTRA, C'ERA...

QUANDO LA DESTRA, C'ERA...

“C’era una volta”, ma non così lontano nel tempo, per la verità (basterà far tornare indietro la lancetta della storia di appena 6, 7 anni) la Destra con cultura Governo e della legalità. Quella...

(MOLTO) "POCO RADICALE"...

EmmaBoninoPiuEuropaElezioni Politiche 2018 – Che “strano radicale” è la Bonino... Sul “suo corpo”, vuole decidere lei. Vuole, giustamente, che sia la singola persona interessata a scegliere cosa farne, anche in materia di Eutanasia.

Sulla questione della difesa (anche nella forma “indiretta”) della proprietà privata, dei redditi e delle tasse, anche dal punto di vista della riduzione dell’eccessiva pressione fiscale, invece...

La “sua proposta” di ridurre l’IRPEF e l’IRES aumentando l’IMU e l'IVA intermedia (altresì eliminando altre “agevolazioni fiscali”) la trovo davvero assurda! È vero che bisogna riscrivere le regole sulla tassazione, contenendola e facendola diventare (più) “equa”, “ragionevole” ed “accettabile” (io, peraltro, ritengo che l’IRES sia una forma di tassazione addirittura indegna).

È vero che bisogna contenere (ma dire ridurla, sarebbe decisamente meglio!) la spesa pubblica. Ma andrebbe fatto eliminando gli sprechi; ridisegnando l’intero sistema amministrativo e burocratico della nostra “macchina Statale”; elidendo le “mancette” per le “consorterie del potere”, altresì assumendo maggiori, e più efficaci ed effettive, misure (autenticamente) pro-mercato.

Immaginare di farlo vessando, ulteriormente, sia le famiglie che gli imprenditori, mi sembra davvero assurdo oltre che – molto – “poco radicale”.

Ovviamente, non alludo “ai conti”. I numeri del debito pubblico, quelli sono: se non si vuole veramente andare nella direzione dei tagli, va da se che si dovranno “semplicemente” spostare le “carte sul tavolo di gioco”. Ma farlo con petizioni di principio del genere la trovo una cosa davvero “triste”, e sia in astratto, che in concreto...

LogoV

Il "laboratorio" politico e sociale per una nuova stagione di idee...

Seguici anche su

facebook         twitter

Contatti

Acconsento al trattamento dei dati ai sensi del D.Lgs. 196/03