Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

 

 

 

 

Testata



Accedi  \/ 

Collegati al tuo Account

MATTARELLA PREMI ANCHE GIBBONI, GADJIEV ED ARMELLINI...

MATTARELLA PREMI ANCHE GIBBONI, GADJIEV ED ARMELLINI...

Il Presidente Mattarella dovrebbe invitare (e premiare) al Quirinale anche Giuseppe Gibboni, vincitore del Premio Paganini, ed Alessando Gadjiev ed Eleonora Armellini, arrivati, rispettivamente,...

DA SALERNO, IL

DA SALERNO, IL "NUOVO PAGANINI"...

GENOVA, 26 ottobre 2021... Dopo 24 anni, il Premio Paganini, il primo posto del Concorso Internazionale per violino dedicato al nostro virtuoso più famoso della storia, è tornato nelle mani di un...

LA XVIII EDIZIONE DELLO

LA XVIII EDIZIONE DELLO "CHOPIN" DI VARSAVIA...

Anno 2021... 18° Edizione del Concorso Pianistico Internazionale "Chopin" di Varsavia. Ha vinto il 24enne canadese Bruce (Xiaoyu) Lii... All'esito di un attento esame della performance di questo...

TROPPA

TROPPA "RICHIESTA DI STATO"!

L’ultima settimana è stata caratterizzata da molteplici occasioni di “scontro” (ma, anche, di pregnanti riflessioni) sui rapporti tra la politica e la storia; tra la nostra società e tutto quello...

IL CAMBIO DI SESSO: COI MINORI CI ANDREI "PIANO"...

testosterone-livelli--controllo-ormone-28009Sulla Gazzetta Ufficiale sono stati pubblicati due provvedimenti dell’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) che hanno inserito i medicinali a base di testosterone ed estrogeni come “medicinali erogabili a totale carico del Servizio Sanitario Nazionale”.

Altrimenti detto, già da una settimana, chiunque volesse cambiare sesso, sottoponendosi alla terapia necessaria, potrà recarsi in farmacia con la prescrizione medica ed avere i relativi "prodotti sanitari" (la prima Regione ad agire in tal senso è stata l'Emilia Romagna con una decisione approvata nel 2019 ed entrata in vigore, attuata da pochissimi giorni).

Come al solito, non è mancato l’intervento di chi, facendo sfoggio del solito retaggio retrivo, ha sottolineato che la "cosa" è avvenuta in «una nazione con un tasso di natalità tra i più bassi in Europa, in cui chi mette al mondo un figlio deve sostenere gran parte dei costi della maternità e paternità, dove anche le persone più anziane sono spesso impossibilitate ad accedere alle cure sanitarie gratuite»: certi giovani, purtroppo, sono nati "già vecchi", e lo dico a malincuore...

Proviamo a ragionare sull'in se della questione anche solo per "due secondi" ed anche pedestremente...

Chi di noi non si è mai sentito "schiavo" di una situazione?

Chi di noi non si mai sentito "prigioniero" di una particolare condizione familiare, lavorativa o di vita in generale?

Penso proprio che sia accaduto - e che accada - a tutti.

Immagino che la cosa sia ancora più devastante se la "prigionia" riguardi l'identità sessuale.

Comunque sia, e comunque la si voglia vedere (personalmente non me la sento di “giudicare gli altrui bisogni”, soprattutto se legalmente legittimi), un Paese civile, fermi restando i doverosi spazi di libertà che si devono riconoscere all'iniziativa economica - e, quindi, anche alla possibilità di ricorrere a strutture sanitarie private, se si può! - dovrebbe essere in grado di garantire l'assistenza medica a tutti ed in modo efficace ed efficiente.

E questa cosa dovrebbe avvenire senza fare troppi distinguo sullo specifico tipo di terapia o di trattamento.

La storia dell'umanità di ci ha insegnato - e continuamente ci ricorda - che lo scopo della vita è la ricerca della felicità.

Un assunto di portata universale: limitarlo col "freddo conservatorismo de noiantri" mi sembra una cosa davvero molto triste...

Ciò non di meno, su un punto della riforma sono oltremodo perplesso ed, anche, preoccupato...

Pare che le terapie in questione possano essere praticate anche ai minorenni. Penso che qui si sia esagerato, e parecchio. In costanza di trattamenti "tendenzialmente irreversibili" sarebbe stato doveroso prevederne la praticabilità, almeno, al raggiungimento della maggiore età.

LogoV

Il "laboratorio" politico e sociale per una nuova stagione di idee...

Seguici anche su

facebook         twitter

Contatti

Acconsento al trattamento dei dati ai sensi del D.Lgs. 196/03