Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

 

 

 

 

Testata



Accedi  \/ 

Collegati al tuo Account

E' TEMPO PER GLI

E' TEMPO PER GLI "EROI"...

Il nostro Paese è sempre stato lacerato, e profondamente, purtroppo, dalle più varie contrapposizioni, sia tra gli individui singolarmente dati, che tra i relativi gruppi di appartenenza. Fascino...

OLTRE IL DESERTO...

OLTRE IL DESERTO...

E' proprio brutta l'attuale fase politica... Per la verità lo è da diversi anni, ma "oggi", dalle ultime elezioni politiche, insomma, mi sembra tutto molto più assurdo ed inaccettabile. Ogni...

L'INACCETTABILITA' DEL

L'INACCETTABILITA' DEL "FINE PROCESSO MAI!"

“Ad ogni azione corrisponderà sempre una reazione”. Ad ogni forma, ad ogni volizione, ad ogni atto sostanziante, espressione dell’esercizio di un potere, pubblico o privato che esso sia,...

LA BUONA DESTRA DI FILIPPO ROSSI. UNA RIFLESSIONE...

LA BUONA DESTRA DI FILIPPO ROSSI. UNA RIFLESSIONE...

Oggi farò una cosa del tutto nuova per me: vi "parlerò" dell'ultimo libro scritta da Filippo Rossi. Una premessa è obbligatoria! È difficile, è complicatissimo scrivere e parlare di un libro...

LIBERI, ANCHE NELL'IMPRENDITORIA DELLO SPORT...

Lo Stadio_Collana_di_NapoliDa pochissimo ci siamo messi alle spalle la “melodia” della “tarantella” capitolina sul nuovo Stadio. Contrapposizioni “feroci”. Chiacchiericci vari...

In tutta onestà continuo ancora a chiedermi che senso abbia costruire altri Stadi, con esorbitanti costi a carico della collettività, quando le nostre più importanti città sono strapiene di impianti costruiti con massicci investimenti di denaro pubblico che, dopo essere stati utilizzati soltanto per qualche decennio, sono stati poi (come in effetti sono) abbandonati a loro stessi. Almeno per le “grandi squadre”, gli stadi dovrebbero essere costruiti e dovrebbero essere di proprietà esclusiva delle rispettive società di calcio.

La legislazione dovrebbe favorire l'investimento privato e la relativa iniziativa economica; liberare il sistema dagli orpelli burocratici; impedire il dispendioso esborso di denaro pubblico per esigenze che, diciamocela tutta, non sono (poi) di interesse primario, perché il calcio, è si' lo sport nazionale preferito dalla maggioranza della popolazione, ma tante questioni dovrebbero (e potrebbero) essere rimesse alla gestione esclusiva del relativo management.

Ieri leggevo che a Roma, per esempio, esistono oltre 10 strutture ah doc... “Una” che - secondo le stime iniziali sarebbe dovuta costare "soltanto" 60 milioni di euro - alla fine è stata pagata (è costata alla collettività, insomma) addirittura 660 milioni di euro salvo essere poi smantellata appena 10 anni dopo. Il relativo sito risulta ora abbandonato a se stesso, invaso dai rom e strapieno di “mondezza”.

Insomma - e tra l'altro - si costruiscono nuovi impianti pubblici per necessità oggettiva? Lo si fa perché lo sport è davvero un valore assoluto o perché così fa comodo o torna utile ai soliti?

Il calcio non è più soltanto uno sport, è anche (uno) spettacolo e la stessa connotazione e dimensione concettuale ed operativa delle (stesse) società di calcio vanno ben al di là - e ben oltre - quella delle mere società sportive. Svolgono un'attività imprenditoriale vera e propria. "Gareggiano nel mercato", e non soltanto dal punto di vista squisitamente agonistico. Far finta di non vedere, non soltanto risulterebbe sciocco, ma sarebbe (addirittura) controproducente.

Credo che Napoli e Roma abbiano necessità più impellenti di uno Stadio nuovo. Ma la politica, e gli "annessi e connessi", ovviamente badano ad altro.

Per quanto riguarda Napoli, il Collana lo concederei in comodato d'uso al “Calcio Napoli” con l'obbligo di renderlo perfettamente adeguato allo scopo. Il San Paolo ha già dato. La gente, allo stadio, ci va sempre meno (preferisce seguirlo da casa) e le città avrebbe bisogno di ben altri investimenti ed in ben altri settori. L'imprenditoria, anche nello sport, andrebbe finalmente “liberata”...

LogoV

Il "laboratorio" politico e sociale per una nuova stagione di idee...

Seguici anche su

facebook         twitter

Contatti

Acconsento al trattamento dei dati ai sensi del D.Lgs. 196/03