Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

 

 

 

 

Testata



Accedi  \/ 

Collegati al tuo Account

MATTARELLA PREMI ANCHE GIBBONI, GADJIEV ED ARMELLINI...

MATTARELLA PREMI ANCHE GIBBONI, GADJIEV ED ARMELLINI...

Il Presidente Mattarella dovrebbe invitare (e premiare) al Quirinale anche Giuseppe Gibboni, vincitore del Premio Paganini, ed Alessando Gadjiev ed Eleonora Armellini, arrivati, rispettivamente,...

DA SALERNO, IL

DA SALERNO, IL "NUOVO PAGANINI"...

GENOVA, 26 ottobre 2021... Dopo 24 anni, il Premio Paganini, il primo posto del Concorso Internazionale per violino dedicato al nostro virtuoso più famoso della storia, è tornato nelle mani di un...

LA XVIII EDIZIONE DELLO

LA XVIII EDIZIONE DELLO "CHOPIN" DI VARSAVIA...

Anno 2021... 18° Edizione del Concorso Pianistico Internazionale "Chopin" di Varsavia. Ha vinto il 24enne canadese Bruce (Xiaoyu) Lii... All'esito di un attento esame della performance di questo...

TROPPA

TROPPA "RICHIESTA DI STATO"!

L’ultima settimana è stata caratterizzata da molteplici occasioni di “scontro” (ma, anche, di pregnanti riflessioni) sui rapporti tra la politica e la storia; tra la nostra società e tutto quello...

"L'OPERA DI ROMA". ONORE AL MERITO!

Roma. Teatro dell.OperaSo bene che in tanti si produrranno nelle solite “litanie” e nella riproposizione dello sterile e conclamato “socialismo di maniera”, anche mascherandolo da "destra" all'occorrenza.

Riesco perfettamente ad immaginare anche la sequela di frasi ad effetto e l'indignazione "d'occasione": mi “trillano” addirittura già le orecchie!

Ciò non di meno, al di là della sterile demagogia alla quale siamo tristemente abituati, ritengo che la decisione recentemente assunta dal Consiglio d'Amministrazione del Teatro dell'Opera di Roma - nella specie l'esternalizzazione dell'orchestra e del coro col contestuale avvio della procedura di licenziamento collettivo del relativo organico - sia, non soltanto coraggiosa ma addirittura lucida, lungimirante e di “qualità”!

Onore a quegli uomini di "sinistra" che sono stati capaci di scegliere la via stretta. Onore a chi ha avuto il coraggio di fare una cosa esogena alla propria storia ed al proprio dna. La sinistra "evoluta", insomma, sta tirando fuori, sia gli attributi che il coraggio di combattere anche contro i propri "limiti di sistema" (i sindacati e le misure straordinarie di salvaguardia tanto per intenderci). E' vero che il rinvio alla futura "concertazione" appalesa comunque qualche "crepa di sinistra": e per fortuna, altrimenti non sembrerebbe più nemmeno tale! Ciò non di meno, resta comunque il senso dell'audacia, della lungimiranza e della novità: all'avversario, quando ci vuole, l'onore delle armi va riconosciuto!

La destra, invece, almeno un certo tipo di destra, sempre più vecchia ed autoreferenziale, continua a latitare, persa tra i condotti ed i vialetti dello sterile chiacchiericcio privo di sostanza, dell'arroganza e della presunzione. Incapace di cavalcare le necessità della storia e di dare risposte alla propria gente.

A chi non ha il coraggio di cambiare, continuando a "dare soltanto i numeri", la storia, in continuazione di risultati già tristemente raggiunti, riserverà poco o niente. A chi sarà audace, invece...

Non rinnego la storia: non lo farò mai! Ma oggi la sfida è quella di un'audacia e di una qualità del tutto diverse. Felice di essere una piccola voce nel deserto. Felice delle piccole battaglie quotidiane. Felice di essere visto come qualcosa di incomprensibile ai più. Felice di vedere che mentre gli altri ragionano la storia si compie. Felice di gridare ad alta voce, anche da solo, nel rispetto di quella eleganza che non tutti sono capaci di vivere, di cogliere e di apprezzare ma che è qualità di vita, di visione e di proposta...

LogoV

Il "laboratorio" politico e sociale per una nuova stagione di idee...

Seguici anche su

facebook         twitter

Contatti

Acconsento al trattamento dei dati ai sensi del D.Lgs. 196/03