Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

LA DESTRA: ULTIMO BALUARDO DELL'OCCIDENTE!

Baluardi delloccidenteLa nostra cultura, la nostra identità e la nostra stessa anima da occidentali stanno subendo attacchi sempre più continui e devastanti.

La nostra gente soffre. Tanti anziani vivono in condizione di oggettiva povertà. Le aziende chiudono. In tanti hanno perso il lavoro e molti altri nemmeno riescono più anche solo ad immaginarlo un impiego, eppure chi ci governa – peraltro nella sempre più evidente consumazione del peggior compromesso storico mai visto prima! - anziché spendere il denaro pubblico per “fare mercato”, si pavoneggia per aver conquistato il primato dell'ospitalità diffusa...

Il parlamento ancora deve “decidere” le sorti delle unioni civili eppure alcuni Sindaci, per scopi evidentemente demagogici e/o strumentali in ragione di imminenti “competizioni amministrative”, hanno ordinato la trascrizione nei competenti Registri Comunali dei matrimoni contratti all'estero da persone appartenenti allo stesso sesso.

Il ruolo genitoriale è sempre più in crisi eppure, non solo non ci si preoccupa di capirne le ragioni, ma succede pure che un giudice, in palese dispregio di quella cautela, soprattutto “istituzionale”, che sarebbe stata invece necessaria, decida la praticabilità della prima adozione gay della storia italiana.

La minaccia del fondamentalismo islamico, del terrorismo, imperversano e devastano eppure, anziché battersi contro quelle atrocità, l'Ordine dei Giornalisti reputa che sia più "giusto" sottoporre a procedimento disciplinare un proprio iscritto, Magdi Allam, per averne parlato.

Una giornalista Olandese, Joanie de Rijke, viene sequestrata. Per sei giorni e sei notti consecutive viene ripetutamente e reiteratamente violentata dai talebani jihadisti eppure lei, da un lato dichiara che, nonostante la violenza carnale subita, gli stupratori l'avrebbero “comunque” rispettata, dall'altro “si arrabbia” coi governi belgi ed olandesi perchè avrebbero rifiutato di pagare il riscatto di 2 milioni di dollari imposto dagli jihadisti.

Una confusione pazzesca, insomma. Una deriva senza precedenti, sempre più pregnante, sempre più sconvolgente...

E' assurdo che ci si dimentichi della propria gente per pavoneggiarsi dell'attenzione donata a chi, non soltanto è venuto nel nostro Paese in modo clandestino o comunque illegale, ma addirittura dimostra una sorta di “razzismo a contrario” sentendosi addirittura in diritto di scendere in piazza per manifestare contro le nostre Istituzioni o le Nostre Leggi. E' indecoroso che si perseguiti un giornalista per una presunta accusa di islamofobia che consuma, di fatto, la peggiore violazione possibile di libertà che sono costate lacrime e sangue. E' assurdo che un giudice e dei Sindaci si sostituiscano al legislatore per l'affermazione prammatica di principi che spetterebbe unicamente al legislatore declinare ed esplicitare.

Che da oltre settant'anni stiano provando a “balcanizzare” la nostra cultura è fuori discussione, purtroppo, anche se resta comunque inaccettabile che ci vogliano far “subire” come “normali” cose che “naturali” proprio non sono! Personalmente amo la libertà, non ho nulla contro le diversità sessuali e credo anche che la regolamentazione delle unioni civili sia legittima oltre che momento di pregnante civiltà. Però è inammissibile andare oltre.

E' indegno, illiberale ed antidemocratico toglierci la possibilità di affermare che “etero è bello"!

E' assurdo ammettere le adozioni gay. E' una vera e propria iattura perseguire chi, nell'esercizio di un diritto Costituzionalmente garantito, quello di informazione, si dichiari contrario ad un certo sistema. E' un colpo mortale alla parte più profonda dell'anima della nostra gente preoccuparsi dell'ospitalità diffusa e non prestare la ben che minima attenzione alle aziende che chiudono, agli imprenditori che si tolgono la vita, a chi abbia perso il lavoro, a chi sia ancora in cerca ed ai nostri Marò che da anni, ormai, sono in terra straniera in pieno dispregio di qualsivoglia principio giuridico-processuale.

Il vaso è colmo e lo è da tempo ormai e non sarà certo l'ennesimo hashtag sui “mille giorni” a far cambiare la triste realtà...

Almeno culturalmente “compensa” Bertinotti, l'elegantissimo ex Segretario di Rifondazione Comunista che, fulminato sulla via di Todi, dopo una vita dedicata al comunismo, ha recentemente dichiarato che la cultura da cui ripartire non è il comunismo – che ha fallito senza appello! - ma il liberalismo che ha difeso i diritti individuali. Ma che Bertinotti fosse un uomo intelligente l'avevo sempre pensato...

Il compito che ci aspetta è sempre più gravoso insomma perchè la destra non si dovrà limitare a ricreare un'area valoriale e programmatica e non potrà mai accontentarsi di “fare il compitino a casa” mettendo nuovamente a disposizione di chi ne sia privo, una casa “comune”.

Ad essa spetta e spetterà - unico baluardo ancora possibile! - l'audace compito di battersi per una visione del mondo che rispetti la nostra storia e la nostra cultura, una visione che non rinneghi il mutar dei tempi e tutte quelle sfide, anche culturali, che la storia di continuo impone ma che sappia comunque conservare quell'indefettibile senso di equilibrio, misura e buon senso che ne rappresentano l'essenza, evitando la consumazione di iatture o passi affrettati o addirittura illegittimi o ingiustificati, perchè una cosa è battersi per le libertà, ben altra cosa è accettare supinamente quella schiacciante omologazione di massa a cui il pressappochismo del politicamente corretto vorrebbe a tutti i costi sottometterci...