Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

 

 

 

 

Testata



Accedi  \/ 

Collegati al tuo Account

MATTARELLA PREMI ANCHE GIBBONI, GADJIEV ED ARMELLINI...

MATTARELLA PREMI ANCHE GIBBONI, GADJIEV ED ARMELLINI...

Il Presidente Mattarella dovrebbe invitare (e premiare) al Quirinale anche Giuseppe Gibboni, vincitore del Premio Paganini, ed Alessando Gadjiev ed Eleonora Armellini, arrivati, rispettivamente,...

DA SALERNO, IL

DA SALERNO, IL "NUOVO PAGANINI"...

GENOVA, 26 ottobre 2021... Dopo 24 anni, il Premio Paganini, il primo posto del Concorso Internazionale per violino dedicato al nostro virtuoso più famoso della storia, è tornato nelle mani di un...

LA XVIII EDIZIONE DELLO

LA XVIII EDIZIONE DELLO "CHOPIN" DI VARSAVIA...

Anno 2021... 18° Edizione del Concorso Pianistico Internazionale "Chopin" di Varsavia. Ha vinto il 24enne canadese Bruce (Xiaoyu) Lii... All'esito di un attento esame della performance di questo...

TROPPA

TROPPA "RICHIESTA DI STATO"!

L’ultima settimana è stata caratterizzata da molteplici occasioni di “scontro” (ma, anche, di pregnanti riflessioni) sui rapporti tra la politica e la storia; tra la nostra società e tutto quello...

GIUSTIZIALISMO, GARANTISMO E "TERZA VIA"...

500 martelloNegli ultimi vent'anni l'uso della Giustizia, se non proprio “la Giustizia” in quanto tale, come “potere dello Stato” e/o quale iter e/o “acta”, è stato uno strumento, se non addirtittura un vero e proprio “attore politico” ad ampio raggio!

Un mero avviso di garanzia, magari recapitato al destinatario nel corso di una conferenza Internazionale, con tutti “gli onori” propri del clamore suscitato dai media, è stato capace di far crollare un partito della Prima Repubblica, i Governi ed i Ministri della seconda, di fare scempio delle più elementari regole dello Stato di Diritto, favorendo un sistematico clima di cospirazione, di dubbio oltranzista e di gossip ad ogni costo!

Un sistema assurdo nel quale ogni minimo pettegolezzo è stato capace di influenzare la vita Istituzionale del Paese e la storia stessa del nostro essere Popolo, perchè il gossip ha sistematicamente distratto dalle questioni di merito per ridurre il confronto tra le parti a mera prospettazione di facciata o di “frontiera”. Lo scontro è stato sempre e solo frontale, tra schieramenti contrapposti, tra stili e modi di agire alternativi tra loro, e senza che lo stesso involgesse mai seriamente il merito e l'in sé stesso della missione politica e dei relativi contenuti!

Ne è la riprova il fatto, tristissimo, che il nostro Paese è fermo da almeno dieci anni su questioni sistematicamente irrisolte e sulla sua incapacità di affrontare la grandi sfide culturali ed i bisogni profondi propugnati dalla nostra gente, con la conseguenza che, mentre il mondo è andato velocemente avanti, noi siamo rimasti “al palo”, incapaci di affrontare le pulsioni di quella vita che ci è scorsa ineluttabilmente sotto gli occhi...

La conseguenza è stata la persistenza di Istituzioni sempre più obsolete; una burocrazia sempre più schiacciante e devastante, ma anche sperperi, clientele, privilegi ingiustificati e “distrazioni” di vario tipo pagate con la vita della nostra gente, oramai sempre più privata del diritto al sogno e sempre più offuscata e drammaticamente devastata dalla carenza di un serio perchè per il quale battersi...

Ieri il Ministro Elena Boschi ha dichiarato che il Governo non chiederà mai le dimissioni di Ministri o Sottosegretari per effetto di un mero avviso di garanzia, salvo che se ne ravvisi l'opportunità politica...

La prima parte della frase è “spettacolarmente spettacolare”: una forma di garantismo assoluto che, “detto” da sinistra, colpisce ancora di più fino al punto di colorarsi dell'ultronea valenza di principio irrefragabilmente obbligatorio per postulato esogeno. La seconda, invece, quella dell'opportunità politica, appalesa di per sè stessa vari signifcati e potrebbe portare seco un po' d'ombre sparse qua e là, sino al punto da fagocitare confusioni ed illazioni culturali, etiche e morali...

Le possibili opzioni interpretative sono varie. Io scelgo di attribuire a quella frase il senso della volontà di riaffermazione della “Supremazia della Politica” rispetto al becero e negletto giustizialismo basato sul nulla. Una ipotesi interpretativa, certo. Una delle tante possibili! A condizione che sia prammaticamente ed eticamente seria, però... Perchè quella supremazia non potrà e non dovrà mai significare bieca accondiscendenza alle “mistiche” ragioni delle Segreterie di Partito o degli interessi altrimenti privatistici nella gestione delle attività a “destinazione Polis”, ma dovranno avere sempre e solo contenuti autentici. Una sfida valoriale vera. Una prova di dignità effettiva. Perchè solo se quelle affermazioni saranno suffragate dalla dignità e dall'onesta intellettuale e morale delle decisioni e delle azioni, si potrà davvero parlare di una piccola rivoluzione consumata “al volo”, quasi sottovoce, in un uggioso pomeriggio di Marzo...

LogoV

Il "laboratorio" politico e sociale per una nuova stagione di idee...

Seguici anche su

facebook         twitter

Contatti

Acconsento al trattamento dei dati ai sensi del D.Lgs. 196/03