Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

 

 

 

 

Testata



Accedi  \/ 

Collegati al tuo Account

IO RICORDO!

IO RICORDO!

Domani, 10 febbraio sarà la giornata dedicata al ricordo dello sterminio delle Foibe... Ricordo ancora le immagini del film trasmesso dalla Rai l’anno scorso, immagini di violenza, di terrore, di...

LA RIFORMA DELLA VERGOGNA!

LA RIFORMA DELLA VERGOGNA!

È indegno quanto sta accadendo in seno alla maggioranza di governo in merito alla prescrizione ed alla riforma del processo penale... Pur di provare a riconquistare quote di consenso,...

CHE BRUTTA POLITICA!

CHE BRUTTA POLITICA!

Nel bene e nel male, la storia si ripete! Al termine di una tornata elettorale le "dinamiche" sono sempre le stesse, insomma: chi vince si "batte il petto". Chi perde, "inventa favolette". Quella...

SBAGLIARE E' UMANO...

SBAGLIARE E' UMANO...

Il gesto di Papa Francesco di qualche giorno fa, consumato innanzi alle telecamere di una piazza San Pietro gremita e diventato "virale" in tutto il mondo, ma anche le gesta e le varie...

LA RIFORMA DELLA VERGOGNA!

prescrizione _e_processo_penaleÈ indegno quanto sta accadendo in seno alla maggioranza di governo in merito alla prescrizione ed alla riforma del processo penale...

Pur di provare a riconquistare quote di consenso, “giocandosela”, in seconda battuta, sul versante dell’assistenzialismo di massa (reputo estremamente improbabile che questa maggioranza sia capace, anche solo di concepirle misure a sostegno delle imprese e di chi crea, di fatto, lavoro e sviluppo) il PD e LEU sono disposti a tutto, finanche a violare i più elementari principi di diritto, rinnegando la loro storia, lunga o breve che essa sia.

Per l’affermazione di certi spazi di libertà, da una parte, e di limiti precisi al potere dello stato, dall’altra, sono state versate lacrime e sangue e non è, di certo, uno bellissimo spettacolo l’indecorosa pantomima consumata dalle forze di governo sin dalla nascita della relativa coalizione.

Ma davvero, “questi signori”, pensano che sia così importante la riforma della giustizia, peraltro al ribasso ed in violazione delle più “elementari” e, quasi, “naturali”, regole proprie dello stato di diritto?

Davvero, per “questi signori”, non esistono altre impellenza rispetto a quella di consumare una sistematica “prova muscolare” finalizzata, soltanto, ad affermare una "immaginaria" non dipendenza da Italia Viva?

Davvero la miopia istituzionale e politica della maggioranza di governo è così profonda e indegna?

Quale modello di società e di civiltà hanno in mente “questi politici”?

Se, per evitare agli altri di vincere, si è disposti a “vendere l’anima al diavolo”, e allora, diciamolo: non c’è onore e la storia se ne ricorderà. Peccato che, nelle more, saremo costretti a vivere un ritorno al peggiore dei passati...

La riforma della giustizia non può assolutamente passare attraverso l’eliminazione delle garanzie processuali. La “sete di giustizia”, da abbeverare ad ogni costo pur di conservarsi la poltrona, sarà, sempre, il più vergognoso pegno da pagare alla “sete di potere”.

Forse l’Idealismo aveva ragione: sulla “nostra testa, passa e si muove il Pensiero”, e davvero lo fa sulla scorta di un movimento dialettico di tesi, antitesi e sintesi. Peccato, però, che quello attuale sia il peggiore dei “pensieri”. La più vergognosa retorica del nulla elevata a potere...

LogoV

Il "laboratorio" politico e sociale per una nuova stagione di idee...

Seguici anche su

facebook         twitter

Contatti

Acconsento al trattamento dei dati ai sensi del D.Lgs. 196/03