Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

 

 

 

 

Testata



Accedi  \/ 

Collegati al tuo Account

CAUSALITA', CORRELAZIONE E STUDI SPERIMENTALI. APPUNTI...

CAUSALITA', CORRELAZIONE E STUDI SPERIMENTALI. APPUNTI...

Come precisato in uno scritto precedente, parimenti relativo alla valutazione delle scelte economiche, si è precisato che, sebbene consenta di schematizzare i ragionamenti inerenti le modalità...

IL RUOLO DELLA

IL RUOLO DELLA "TEORIA ECONOMICA". INTRODUZIONE, BREVE...

La valutazione delle scelte economiche può essere effettuata sulla scorta dell'approccio normativo ovvero sulla base dell'analisi positiva. Con riferimento a quest'ultima, va subito precisato che...

IL BILANCIO DELLO STATO E L'ART. 81 DELLA COSTITUZIONE. APPUNTI...

IL BILANCIO DELLO STATO E L'ART. 81 DELLA COSTITUZIONE. APPUNTI...

Con l'adesione dell'Italia al Fiscal Compact è stata adottata la Legge Costituzionale 01/2012 che, nel modificare il quadro costituzionale entro il quale deve – e dovrà – svilupparsi la normativa...

"I FALLIMENTI DI MERCATO". INTRODUZIONE, BREVE...

Per il 1° Teorema fondamentale dell'Economia del benessere, un'allocazione Pareto efficiente delle risorse è possibile a condizione che tutti i produttori ed i consumatori agiscano in regime di...

Politica Nazionale

EBBENE, PROVEREI ANCHE QUESTA...

Ebbene, proverei anche questa...(di Danilo Petri) - La Storia domina anche il nostro presente ed è orrore; gli uomini, distratti, pur cogliendone i tratti nella cronaca continuano a definirla maestra... Disgraziati! La Storia insegna l’uomo e l’orrore di cui è capace; la Storia è sì maestra ma del delitto, dell’immorale, del viziato... Del male.

La Storia non si ripete se non nell’urgenza e nell’emergere costante della natura tragica degli (...)

Continua...

ALMIRANTE, LA DESTRA E L'AUDACIA...

Giorgio Almirante e Pino RautiGiorgio Almirante non l'ho mai potuto sentire dal vivo. Ne avevo, però, memoria nei racconti dei miei nonni e dei miei genitori. Ricordo che andavano ai suoi comizi - mi raccontavano! - e che lo descrivevano come un uomo d'altri tempi, un “signore”, un uomo di Stato, un grande oratore.

Quando ho iniziato a nutrire interesse per la politica, attesa anche la formazione familiare ed i “credo” personali che ho sempre avuto - maturati leggendo, studiando, confrontandomi con gli altri e vivendomi nella coerenza del sentire! - per me (...)

Continua...

NEL NOME DI CIRO...

Nel nome di Ciro...Prima di oggi non ho mai voluto scrivere nulla su Ciro Esposito e sull'assurdità dell'aggressione e delle conseguenti sofferenze che ha dovuto patire a causa degli incidenti pre-partita della scorsa finale di Coppa Italia: ho sempre sperato che si salvasse.

Ho voluto sempre rinnegare l'idea che un ragazzo così giovane potesse andarsene via cosi...

Continua...

DALLA PARTE DI MAGGIE...

Dalla parte di Maggie...La ribalta e la voglia di “sensazionalismo”, si sa, possono “giocare brutti scherzi” e possono farlo fino al punto da far assumere atteggiamenti o da far esplicitare pseudo-postulati sterili e fuorvianti, e ben al di là di ogni limite di accettabile propaganda o di sostenibile soglia di decenza!

E così succede che un Ministro della sinistra, nella specie la Boschi, nel ragionare sulle possibili riforme della Pubblica Amministrazione nostrana e del terzo settore, assuma che la Thatcher sarebbe il (...)

Continua...

CENTRO-DESTRA. PARLARSI E' D'OBBLIGO. LE SCELTE, POI...

Centro-Destra. E d'obbligo parlarsi. Le scelte verrano poi...Quello attuale è un periodo di oggettiva contrapposizione tra riflessione e frenetica, spasmodica frenesia.

Ognuno, nell'area di “centrodestra”, a torto o a ragione, si sente parte in causa e vorrebbe dare il proprio contributo, grande o piccolo che sia.

Personalmente non mi piace il concetto di “centrodestra”: l'ho sempre percepito come un ibrido, insipido e privo di sostanza!

Preferisco, invece, il concetto “composto”, quello di “centro-destra”, con quel trattino di (...)

Continua...

LA SPETTACOLARIZZAZIONE DELLA GIUSTIZIA, NO!

La spettacolarizzazione della giustizia, no!Ci sono fatti che oggettivamente disarmano, indignano e lo fanno in modo davvero profondo.

Ciò non di meno non riuscirò mai ad accettare la spettacolarizzazione della giustizia.

Il caso di un reo-confesso lo comprendo: in fondo, salva l'ipotesi di una confessione resa e/o acquisita a cagione dell'utilizzo di mezzi e/o di modalità contra legem, c'è poco da opinare e l'accanimento e/o l'abiura immediata del reo di turno, "ci stà"!

Ma quei “casi” basati sugli indizi non ancora (...)

Continua...

LogoV

Il "laboratorio" politico e sociale per una nuova stagione di idee...

Seguici anche su

facebook         twitter

Contatti

Acconsento al trattamento dei dati ai sensi del D.Lgs. 196/03