Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

 

 

 

 

Testata



Accedi  \/ 

Collegati al tuo Account

CAMPANIA. OLTRE ALLA MODIVA, CHIUDEREI ANCHE LE SCUOLE...

CAMPANIA. OLTRE ALLA MODIVA, CHIUDEREI ANCHE LE SCUOLE...

Oggi, in Campania, su oltre 9.000 tamponi, si sono registrati ben oltre 750 contagiati da Covid-19. Che, con la riapertura delle scuole, la movida sfrenata del periodo estivo ed i rientri...

"SCERIFFO", SI, MA CON TUTTI!

NAPOLI... Una “ideale, laica preghiera” al “Governatore” Vincenzo de Luca... Immagino che a breve ritornerà a fare “lo sceriffo”. Che lo faccia, ex se ovvero intimando la relativa azione a chi di...

ELEZIONI REGIONALI IN CAMPANIA: L'AUDACE PROPOSTA DELLA CARFAGNA...

ELEZIONI REGIONALI IN CAMPANIA: L'AUDACE PROPOSTA DELLA CARFAGNA...

Elezioni Regionali in Campania... Non sarà facile la prossima tornata elettorale... De Luca è un personaggio particolare che, al di là dei modi, ha dato - comunque - una buonissima prova di se,...

"MASSIMO, CARMINE, IN BOCCA AL LUPO!"

Elezioni Amministrative del 10 giugno 2018... In alcuni Comuni manca poco meno di una settimana al voto. In tale ottica, per quanto possa contare, faccio il mio personale “in bocca a lupo” a...

Politica Locale

QUARTIERE VOMERO: ENNESIMO S.O.S.!

Napoli. Via Luca GiordanoNAPOLI. Una delle più belle ed antiche strade del Vomero, via Luca Giordano, da alcuni anni, a causa di reiterate e continuate carenze manutentive, versa in uno stato di evidente abbandono.

Con l'entrata in vigore del nuovo dispositivo di traffico, risalente a ben quattro anni fa, per Via Luca Giordano si prevedevano alcuni tratti pedonalizzati e la creazione di un percorso a traffico limitato nell’ultimo tratto, quello verso piazza degli Artisti. Proprio così come già accaduto per l’area pedonale di via Scarlatti, non era fuori luogo (...)

Continua...

NAPOLI "CAPITALE"!

Napoli. Uno scugnizzoNegli ultimi giorni su Napoli e sui Napoletani ne ho lette, viste e sentite di tutti “i colori”.

Non cedere alle provocazioni è difficile, difficilissimo, anche se in certi casi l’unica strada seriamente percorribile resta proprio quella di provare a darsi la pazienza e la saggezza di “Salomone” perchè solo quando lo sterile, demagogico ed offensivo “sfogatoio razzista” consumato ai danni di un’intera Città e di un intero popolo saranno finiti, ci sarà il campo “fertile” per gli unici ragionamenti seri da fare. Quei ragionamenti che continuano a rappresentare il “primo motore immobile”, l’unico dovere indefettibile per quel senso di equità (...)

Continua...

SALVIAMO IL "PARISIO"!

pescaBNNAPOLI. In effetti è vero che ci sono vari modi per visitare la Città. Puoi farlo passeggiando sul lungomare di Mergellina. Puoi vagare tra i decumani. Puoi entrare ed uscire dalle chiese e dai negozi del centro antico ma puoi farlo anche "attraversandola" nel tempo per  conoscerne la storia e le vicende attraverso le immagini.

Già, le immagini... Nel 1926, a Napoli, proprio sotto al colonnato di Piazza del Plebiscito, Giulio Parisio fondò l’omonimo Archivio Fotografico, un archivio che custodisce quasi un secolo di "scatti" e (...)

Continua...

FUORIGROTTA. ABBANDONATA...

Napoli. Quartiere FuorigrottaNAPOLI. Quartiere Fuorigrotta. Intorno a Piazzale Tecchio lo scenario è sempre più indegno: alberi caduti, tronchi d'albero recisi e mai raccolti, resti di potatura rimasti per strada, rifiuti dappertutto, erbacce diventate piccole foreste.

Ma non basta, ovviamente... In Via Giacomo Leopardi l'omonima scuola versa in pessime condizioni. Gran parte della facciata esterna è ancora senza intonaco e alle spalle delle recinzioni, sistemate per salvaguardare l'incolumità dei cittadini durante i lavori, col tempo si è venuta a creare (...)

Continua...

IL LARGO DEI BANCHI NUOVI...

Napoli. Largo Banchi NuoviNAPOLI. Il “Largo dei Banchi Nuovi” deve il suo nome ai banchi, alle “loggette” dei mercanti che operavano in zona.

Dopo l'anno 1569 l’area fu acquistata dal marchese Alfonso Sances di Grottola che lo rivendette successivamente alla Compagnia dei Barbieri. Questi ultimi vi fecero costruire la loro chiesa congregale dedicata ai Santissimi Cosma e Damiano.

La chiesa sorge nel punto dove prima esisteva (...)

Continua...

OPLONTIS E LA VILLA DI POPPEA...

Oplonti. La Villa di PoppeaTORRE ANNUNZIATA (NA). I segni della storia... Sia che si tratti di manufatti sia che si tratti di edifici, bisognerebbe fare davvero di tutto per conservarli alle ragioni dell'umanità. Nei loro confronti si dovrebbe nutrire un sentmento di sincero rispetto, quasi di venerazione, e invece...

Invece succede che basta un piccolo investimento, del vile denaro, e la storia può essere un modo per creare ulteriore sollazzo ad un proprio banchetto.

Proprio come accaduto recentemente ad Oplonti, nella periferia nobile del sito archeologico di (...)

Continua...

NAPOLI. CHIUDE ANCHE ABET!

Elena ABETNAPOLI. Un'altra griffe storica della città, la “Elena Abet”, una delle realtà della “Napoli bene” più antica, con i suoi quasi 175 anni di vita, sabato scorso ha chiuso i battenti.

L'ennesima perdita per il quartiere Vomero e per il mercato, non soltanto locale.

Renzi continua a sviscerare formule magiche ed hashtag: ora è la volta del “1000 giorni”!

Continua...

PONTE DI CHIAIA: ENNESIMO ALLARME!

Napoli. Il ponte di Via Chiaia.(di Andrea Cesario) - NAPOLI. Via Chiaia. La via “dello schopping”. L'ennesima emergenza!

La rete di protezione posta al di sotto dello storico ponte, realizzata nel 2010 a causa del crollo di alcuni stucchi dalla volta, desta serie preoccupazioni per l'incolumità pubblica.

Da allora ha accumulato solo calcinacci e, appesantita da detriti, palloni e probabili nuovi cedimenti, sembra collassare. Si è vistosamente staccata e la presenza di erbacce lungo tutta l’arcata del ponte fa seriamente temere il (...)

Continua...

LA SOCIETA' DELL'ABBANDONO!

Napoli. Le vele di ScampiaNAPOLI. Si chiama Ivan Grimaldi, ha 19 anni e risiede in un minuscolo locale della “Vela Gialla”, uno stabile del quartiere Scampia. E' tetraplegico dall'età di 14 anni e può muovere solo la testa.

Nell'ultimo anno è stato assistito dal padre che ha dovuto far fronte anche alla malattia della moglie. Ora gli manca anche quello! Da due mesi, infatti, il padre è ospite delle patrie galere ed Ivan è rimasto solo, immobilizzato in casa, giorno e notte, e per il grave stato di abbandono ha diverse piaghe in (...)

Continua...

E DOMANI VERRA' "FONZIE"...

Mensa per i poveriNAPOLI. Domani “Matteo” verrà proprio a Napoli. “Giggino”, il Sindaco, gli farà fare un bel giro “turistico” solo per le “zone sistemate”, sul lungomare (quello “liberato” dalle auto, sul vialone principale, ma ricco di incuria e desolazione all'interno, per intenderci!).

Poi lo porterà a “Citta della Scienza”: sicuro! “Fonzie” sfodererà il suo repertorio di battutine (...)

Continua...

LogoV

Il "laboratorio" politico e sociale per una nuova stagione di idee...

Seguici anche su

facebook         twitter

Contatti

Acconsento al trattamento dei dati ai sensi del D.Lgs. 196/03