Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

DUECENTO VOLTE "ORO"...

Fabio-Basile-medagliaPersonalmente, pur adorando vedere i giochi di squadra, nel praticarli preferisco quelli individuali... "Sei uno contro uno". Non ci sarà (mai) un compagno di squadra che compenserà un eventuale "momento no"! Non ci potrà mai essere il guizzo altrui per "fare risultato"! Devi bastare a te stesso. Devi necessariamente essere all'altezza. Non hai, né scuse, né scusanti... Una partita in vista della quale devi avere (e dare) rigore, impegno ed attenzione massime, proprio come quando sostieni un esame...

Le persone capaci di sudare e di dare l'anima per "le cose" nelle quali credono sono la ricchezza di ogni popolo. Se sono giovanissimi, lo sono ancora di più.

Stamattina "grido di gioia" anch'io. Un giovane italiano ha conseguito un risultato che resterà nella storia agonistica del mondo: la conquista della duecentesima medaglia d'oro Italiana alle Olimpidi... Una medaglia per tutti, anche per chi non la merita e non la meriterà mai...

Un esempio prorompente anche per tutti quei giovani (ragazzini) delle nostre periferie (e penso a quelli di Scampia, per esempio) che, il più delle volte, proprio grazie allo sport, riescono a dire no ad una vita fatta di sudditanza alla Camorra ed alle Mafie dandosi un futuro ricco di speranza, di sogni ferventi e di spinte ribelli ed irriverenti. Un domani ricco di dignità... FABIO BASILE: BRAVO!