Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

 

 

 

 

Testata



Accedi  \/ 

Collegati al tuo Account

IL

IL "PARTITO DELLA NAZIONE"!

(di Fausto G. Longo) – Esiste un disvalore comune tra populisti e sovranisti: la negazione dei doveri associati ai diritti. Da qui nascono il reddito di cittadinanza, quota 100, i tamponi gratis,...

MANIFESTAZIONI SENZA SENSO...

MANIFESTAZIONI SENZA SENSO...

(di Fausto G. Longo) - 16 ottobre 2021, chiude Whirpool. Centinaia di licenziamenti. Ieri ha chiuso anche Alitalia: migliaia di lavoratori a casa. E, solo ier, altrii 4 morti sul lavoro in un...

GUARDIAMO AL FUTURO...

GUARDIAMO AL FUTURO...

(di Fausto G. Longo) - Dalle elezioni amministrative la DESTRA ne esce con le ossa rotte e con la necessità di fare una riflessione profonda al suo interno. Molti candidati sindaci e, molti...

OLTRE

OLTRE "LO STECCATO"!

(di Fausto G. Longo) - Capita spesso di ripensare ai manifesti e agli slogan che capeggiavano sui muri della vecchia sezione del Fronte della Gioventù prima e di Azione Giovani dopo. Eravamo...

NON SIAMO SOLE: SIAMO DONNE!

non siamo sole siamo donne(di Anna Adamo) - Esistono silenzi che “dicono” più di quando accadrebbe se si usassero milioni di parole.

I silenzi di chi da dire avrebbe troppo, ma che la paura rende muti ed inermi, proprio come succede con tutte quelle donne che subiscono violenza dai loro mariti o fidanzati.

Secondo alcuni sondaggi, ogni due giorni muore una donna. Un fenomeno inaccettabile perché la vita è il dono più prezioso che abbiamo e non è affatto giusto perderla a causa della follia di uomini che sono tali solo sulla carta. Uomini del genere non si possano evitare. Non può nemmeno seriamente aspettarsi che possano “cambiare”. Però, restare inermi proprio non si può.

“Scendere in campo” è fondamentale soprattutto per trasmettere coraggio, forza di reazione e quella lucida capacità di saper fare mente locale sul fatto che la violenza non ha proprio nulla a che vedere con l'amore: nessun uomo dovrà mai consumarla e nessuna donna dovrà mai accettarla. “Sopportare”, accettare, magari dirsi “vabbè, può darsi che cambia”, sono solo una netta e chiara negazione della libertà e dello stesso diritto ad una vita piena "di sè stesse" perché "chi ti picchia, non ti ama”! E non bisogna aver paura: non siamo sole. Siamo donne!

LogoV

Il "laboratorio" politico e sociale per una nuova stagione di idee...

Seguici anche su

facebook         twitter

Contatti

Acconsento al trattamento dei dati ai sensi del D.Lgs. 196/03