Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

 

 

 

 

Testata



Accedi  \/ 

Collegati al tuo Account

IL

IL "PARTITO DELLA NAZIONE"!

(di Fausto G. Longo) – Esiste un disvalore comune tra populisti e sovranisti: la negazione dei doveri associati ai diritti. Da qui nascono il reddito di cittadinanza, quota 100, i tamponi gratis,...

MANIFESTAZIONI SENZA SENSO...

MANIFESTAZIONI SENZA SENSO...

(di Fausto G. Longo) - 16 ottobre 2021, chiude Whirpool. Centinaia di licenziamenti. Ieri ha chiuso anche Alitalia: migliaia di lavoratori a casa. E, solo ier, altrii 4 morti sul lavoro in un...

GUARDIAMO AL FUTURO...

GUARDIAMO AL FUTURO...

(di Fausto G. Longo) - Dalle elezioni amministrative la DESTRA ne esce con le ossa rotte e con la necessità di fare una riflessione profonda al suo interno. Molti candidati sindaci e, molti...

OLTRE

OLTRE "LO STECCATO"!

(di Fausto G. Longo) - Capita spesso di ripensare ai manifesti e agli slogan che capeggiavano sui muri della vecchia sezione del Fronte della Gioventù prima e di Azione Giovani dopo. Eravamo...

POTREMMO RIPARTIRE "DA ORVIETO"!

bandiere-italia-europa-onu(di Fausto Longo) – Dopo le elezioni amministrative sarà d'obbligo organizzare un' “Officina Delle Idee” da presentare, poi, ad un tavolo programmatico del nuovo Centrodestra o di una coalizione futura che possa coinvolgere le altre forze presenti nel panorama politico ed alternative alle sinistre.

Occorrerà – occorre! – "fare futuro", insomma anche grazie ad una legge elettorale maggioritaria e di una riforma istituzionale che consenta  l'elezione diretta del Presidente della Repubblica anche quale “capo del governo”.

I tempi per un nuovo inizio ci sono. In fondo era questa l'idea rinnovatrice che nel 1994 spinse spinto la nostra Italia a rinnovarsi, non certo con poco successo. Riappropriarsi della Politica, stando nelle sezioni, operando nei territori, rappresenta – e rappresenterà – il punto di (ri)partenza della macchina governativa. E non sarà assolutamente possibile fermarsi, perché, “oltre a fare l'Italia”, sarà doveroso “completare l'Europa” anche con la creazione di un esercito e di polizia Europea.

Un punto di partenza solido, dal punto di vista delle idee e delle linee programmatiche, potrebbe essere la rilettura del manifesto per l'Italia di Orvieto, ancora attuale ed ancora affascinante.

LogoV

Il "laboratorio" politico e sociale per una nuova stagione di idee...

Seguici anche su

facebook         twitter

Contatti

Acconsento al trattamento dei dati ai sensi del D.Lgs. 196/03